Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2011

Dal 1 aprile l'olio extra-vergine di oliva deodorato è legale - che cosa significa ???

Immagine
Gli olii che hanno bisogno di essere deodorati sono quelli di bassa qualità. È inaccettabile che un procedimento chimico finora vietato in oli extra-vergine venga sostanzialmente permesso per consentire a chi non produce qualità di arrivare sul mercato con un prodotto adulterato che il consumatore non sarà in grado di riconoscere dall'etichetta» dichiara Carlo Petrini, presidente Slow Food.


L'olio taroccato diventa legale
Bruxelles autorizza i "deodorati"
Il nuovo regolamento comunitario in vigore dal 1° aprile aumenta nell'extravergine di oliva le concentrazioni massime di alchil esteri, composti chimici che si formano nei prodotti di scarsa qualità, e autorizza indirettamente la commercializzazione di condimenti "deodorati"di MONICA RUBINOLa repubblica - 24 febbraio 2011

Da anni la Cia Puglia denuncia le sofisticazioni e le contraffazioni di olio extravergine di oliva. Il presidente regionale della Confederazione italiana agricoltori (Cia) Puglia, Antoni…

93 bustine di zucchero al giorno! Ecco lo spot della città di New York per ridurre il consumo di bevande

fonte:  www.il fatto alimentare





La città di New York , ha presentato una nuova campagna di comunicazione per la prevenzione dell'Obesita e del Diabete, con una serie di spot, che hanno come soggetto l'uso eccessivo di zuccheri. Il messaggio focalizza l'attenzione  sulle bibite gasate tipo Cola. E' la prima volta che una città, una municipalità decide di intervenire con un linguaggio crudo, cosa dire? Mali estremi estremi rimedi. Rispetto alla solite comunicazioni educative e amene questi spot costituiscono una piacevole novità.

Lo spot mi piace perché mostra quanto è  facile nella routine quotidiana assumere calorie senza accorgersi, in questo caso con un paio di bicchieroni di bibite zuccherate, due bicchieri di te e un milk shake si possono ingerire   93 bustine di zucchero, che alla fine della giornata diventano quasi 1400 calorie "vuote", ovvero quasi 3/4 delle calorie giornaliere di un adulto. Al di là della scelta degli alimenti ricchi di zuccheri e grass…

Olio di palma: il biologico disumano in Colombia

Immagine
Scandalo tedesco: in Colombia 500 persone sono state evacuate per far posto alla monocoltura di palme da olio. Per la produzione industriale di olio di palma biologico, sempre più richiesto dall'industria alimentare, vengono distrutte le colture locali.
Un articolo di Report Mainz getta forti ombre su uno dei principali fornitori di olio di palma biologico, la colombiana Daabon, che discredita fortemente il settore del biologico tedesco.
Per far spazio alle coltivazioni intensive di palme da olio nel luglio del 2009 nella zona di Las Pavas, la Daabon avrebbe scacciato dal territorio 500 persone, incluso donne e bambini. 
Monocolture e agricoltura biologica sono due concetti antitetici, che insieme non dovrebbero mai stare. Ma la seduzione del business facile mette in crisi anche un settore orientato alla sostenibilità ambientale e sociale.  L'olio di palma biologico è l'ingrediente base per molti prodotti alimentari biologici trasformati. In molti casi la sua presenza è diffic…

Da dove viene la spesa BIO ???

Un'assurdià dei nostri tempi è che occorre 'documentare' di  produrre  'naturalmente' mentre chi utilizza concimi e fertilizzanti a go-go' non è soggetto a questa pratica.
Per produzione 'naturale' s'intende quella praticata dai nostri nonni, prima che la chimica prendesse il sopravvento in agricoltura grazie al chimico tedesco  Justus von Liebig, morto nel 1873, che è conosciuto come il padre del fertilizzante per la sua scoperta di come le piante si nutrono di elementi chimici e l'inventore del 'dado di carne'.
Ora che il biologico certificato, sta avendo grande diffusione e nei negozi troviamo anche  prodotti BIO proveniente da diversi paesi del mondo, c'è da chiedersi se non sia meglio un'insalata a km zero dall'agricoltore convenzionale, ma che conosciamo e sappiamo come produce,  piuttosto che quella Bio proveniente dall'altra parte del mondo !!!
Posto che la carne  BIO sia prodotta in condizioni ottimali in 'Argen…

M’ILLUMINO DI MENO 2011

Immagine
Uniti nell’energia pulita
- Il 18 febbraio 2011 torna M’illumino di meno, la più radiofonica campagna sul risparmio energetico mai escogitata sul globo terracqueo. La Giornata del Risparmio Energetico 2011,special edition per i 150 anni dall’unità d’Italia, è fissata per il 18 febbraio 2011. Anche quest’anno Caterpillar invita comuni, associazioni, scuole, aziende e case di tutt’Italia ad aderire all’iniziativa creando quel “silenzio energetico” che ha coinvolto le piazze di tutt’Europa negli anni scorsi, per fare spazio, dove possibile, ad un’accensione virtuosa, a base di fonti rinnovabili. Per il 18 febbraio cerchiamo, contestualmente agli spegnimenti simbolici, accensioni originali di luci pulite a tema tricolore. Turbine, lanterne, Led o biciclette, che alimentino tricolori luminosi su tutto il territorio nazionale. Impariamo a risparmiare, a produrre meglio e a pretendere energia pulita per tutti. Allo stadio attuale della ricerca tecnologica è già possibile produrre energia con il …

Carciofi spinosi, il prezzo si dimezza e la tenerezza ci guadagna

Immagine
08/02/2011 - SlowebVisto che questa rubrica è ospite delle pagine delle previsioni del tempo – ed è quanto mai corretto perché parliamo soprattutto di stagionalità dei prodotti – questa settimana ci lanciamo anche noi in una piccola previsione, ma praticamente a colpo sicuro. Febbraio e marzo sono i mesi ideali per i carciofi spinosi, molto consumati al Nord, e in misura minore anche nel resto del Paese. Siamo nel momento in cui di solito sono più buoni, magari non bellissimi a vedersi perché il freddo li rende un po’ “spelacchiati”, ma decisamente teneri. In più, diciamo la prossima settimana, scomettiamo che il prezzo dei carciofi spinosi crollerà. Se fino ad ora gli esemplari migliori si attestavano su un Euro o 1,20 l’uno (il prezzo dei carciofi va a pezzo, non a peso), è quasi certo che nei prossimi giorni il prezzo quasi si dimezzerà, come anche quello degli esemplari meno validi, fino a 30 o 40 centesimi l’uno.
Il carciofo con le spine è tra le tante varietà italiane esistenti,…

Come leggere la data di produzione di un prodotto in scatola

Immagine
Tutti "leggono" la data di scadenza: febbraio 2013 però.  bene sapere anche la data di produzione; magari sono stati prodotti 5 anni prima....


Se acquisto una scatola di pelati posso ben vedere che scade nel 2013.....però se vedo che la lattina è stata prodotta a dicembre...ho già la ragionevole certezza che è stato usato del pomodoro surgelato.
Invece di scrivere chiaramente la data di produzione (come la data di scadenza) il Ministero delle Attività Produttive permette di usare un codice che consente la tracciabilità del prodotto in caso di "guai".

Il codice è composto da una lettera e da una serie di numeri. La Lettera indica l'anno ed i numeri il giorno dell'inscatolamento.

Ogni anno -entro gennaio max febbraio- il Ministero indica la "lettera" relativa all'anno appena iniziato...ecco la serie degli ultimi 4 anni:

2010 N                2009 R                      2008 A                        2007 C


Quindi il mio pelato che ha la sigla N234 è st…

Arance Sileci: primo arrivo autogestito

Immagine
Ieri è arrivato il primo carico di arance dalla Sicilia interamente gestito dal nostro GAS, dall'infaticabile Adriana.



Nonostante le ansie e paure della vigilia, tutto si è svolto nel migliore dei modi; il camion è arrivato...in anticipo (!) rispetto all'ora indicata e quando i 'rinforzi' sono arrivati ,  hanno trovato i 3 pallet (132 cassette)  già scaricati da Alessandro, con l'aiuto di un muletto imprestato da un vicino.


Lo spazio lavorativo di Alessandro è stato invaso per tutto il pomeriggio dai gasisti e 'simpatizzanti'; servizio impeccabile con carrello per trasporto casse alla macchina e...tanta disponibilità da parte di Alessandro per questa festosa invasione, che ringraziamo vivamente.  Si è detto pronto a ripetere l'esperienza!



Non occorre nascondere un piccolo giallo per la scomparsa di alcune cassette di 'Navel spremute',  messe  poi nella pila sbagliata e qualche svista di calcolo, nonché ulteriori richieste di precisazione sul cos…

La prima legge che finanzia i gruppi d'acquisto solidale

Immagine
Articolo da La Repubblica sulla legge approvata dalla Regione Umbria a sostegno dei Gruppi di Acquisto  Solidali e Popolari


Carciofi: ricette insolite

Immagine
Oggi è arrivata la prima consegna di carciofi sardi; fornitore Mario Terzitta di Valledoria (Sassari), in collaborazione con  il GAS Mediglia (28 cassette contenenti 20 carciofi cadauno = 560  carciofi !!!)

I modi di cucinare i carciofi sono numerosissimi....ma come utilizzare i gambi e le foglie anziché buttarli? ecco alcuni suggerimenti che coniugano bontà con  risparmio e riciclo!


Crema ai gambi di carciofi (per pastasciutta)
Polpette di gambi di carciofi
Flan di foglie esterne e gambi di carciofo
Vellutata di gambi di carciofo
Crema di gambi di carciofi con crostino al camembert
Risotto con gambi di carciofi