LE API CONTINUANO A MORIRE



     
PROSSIMAMENTE, A UNA SERATA DEL  FOOD FILM FESTIVAL ORGANIZZATO DAL GAS  PESCHIERA, POTRAI INCONTRARE UN APICULTORE E ASCOLTARE LA SUA ESPERIENZA....

L'insetticida da “amico delle api” non ferma la



grande moria degli alveari  (da Slow Food Italia)

Le api stanno morendo. Non è uno scenario da distopia collocato in un lontano futuro,
anche se perfino gli sceneggiatori di Black Mirror, una delle serie tv più apprezzate degli
ultimi anni, hanno provato a interrogarsi sulle possibili conseguenze.
È quanto sta succedendo in tutto il pianeta da un decennio. Gli scienziati la chiamano
 “sindrome dello spopolamento degli alveari” (in inglese colony collapse disorder) e si interrogano
sulle sue cause fin dal 2006, quando per la prima volta si è riscontrato un repentino calo della
 popolazione di api mellifere in America del Nord.
Nei sei anni precedenti al 2013, più di dieci milioni di alveari sono stati perduti:se consideriamo
che è quasi il doppio del normale tasso di perdita, abbiamo una misura approssimativa di quanto 
incida la sindrome dello spopolamento.
Su quali siano le cause di questo male oscuro sono state avanzate numerose ipotesi:
 si sono chiamate in causa le infestazioni di acari varroa o aracapis, fattori genetici e immunodeficienze,
 la perdita degli habitat naturali, i cambiamenti nell’apicoltura, o una combinazione di questi fattori.

per continuare a leggere clicca QUI

Commenti