Post

Visualizzazione dei post da Novembre, 2011

Biogas !

Immagine
(01.07.11) La corsa al biogas pseudo-agricolo - incentivato da norme scriteriate dettate dalle lobbies - sta procedendo ad alta velocità. Grazie alle procedure ultrafacilitate per le autorizzazioni e alla natura di 'pubblica utilità' (sic) degli impianti. Sgonfiamola in tempo!
Seguire l'esempio di Slow Food cremonesedi Michele Corti A Cremona la corsa degli speculatori al biogas 'pseudo-agricolo' ha già portato a sottrarre all'agricoltura il 25% delle superfici agricole (tenendo conto degli impianti in funzione e in cantiere). Slow Food non ci sta. Intanto anche la provincia di Bologna vuole una moratoria. Nello scorso maggio la condotta cremonese di Slow Food, con una presa di posizione coraggiosa, ha lanciato un appello (pubblicato in fondo alla pagina) contro la proliferazione delle centrali 'agricole' a biogas. Si tratta impianti di grande potenza (1 MW) gestiti in qualche caso da agricoltori che vogliono trasformarsi in speculatori ma, in prevalenza, …

I responsabili della tragedia delle Cinque terre siamo noi

Immagine
Amministratori, cittadini, elettori: la colpa è nostra, non dei cambiamenti climatici
di Mauro Galliano TRATTO DA Le conseguenze del cemento Mauro Galliano è assessore nel Comune di Sant’Ambrogio di Torino (in valle di Susa). Un piccolo Comune di 8,59 km2, con 4.843 abitanti. Il 26 ottobre ha indirizzato una lettera aperta al presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, per rispondere ad alcune affermazioni del Capo dello Stato in merito all'alluvione che ha colpito lo spezzino e la Lunigiana, causando morte e distruzione. La riportiamo integralmente. Egregio signor presidente della Repubblica Giorgio Napolitano,
sono un amministratore comunale di un piccolo paese all'imbocco della Valle di Susa in Piemonte e le scrivo in merito alle sue dichiarazioni che ho avuto modo di leggere in merito alla disastrosa alluvione che ha colpito il levante ligure e la lunigiana. Lei attribuisce i morti ai cambiamenti climatici. Purtroppo non sono d’accordo con Lei.
Il responsabile di quella trag…

Salviamo il paesaggio, difendiamo i territori

Il resoconto (VIDEO) della giornataVi proponiamo il resoconto integrale del primo incontro nazionale svoltosi sabato 29 ottobre a Cassinetta di Lugagnano (Mi) che ha segnato la nascita del Forum Nazionale "Salviamo il Paesaggio, Difendiamo i Territori" attraverso un’assemblea plenaria che ha visto la partecipazione di centinaia di rappresentanti di associazioni e comitati locali provenienti da 17 regioni.


clicca qui PER VEDERE I VIDEO !!!! 


Fonte: il Cambiamento dal virtuale al reale