Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2011

Earth Day 2011: le iniziative in Italia - L'Essenziale ambiente

FAI LA SPESA E COMBATTI LA MAFIA

In “La spesa a pizzo zero”, il libro che ha scritto per Altreconomia, Francesca Forno, sociologa prova a spiegare perché il consumo consapevole è diventato uno strumento per combattere la Mafia di Giovanni MolaschiFrancesca Forno insegna Sociologia dei consumi all’Università di Bergamo. Come ricercatrice si è occupata dei movimenti sociali e collettivi. In Gran Bretagna, dove ha conseguito un dottorato, ha analizzato il movimento ambientalista italiano. Il suo lavoro è stato poi comparato a quello di altri professionisti provenienti da altre nazioni. Questa esperienza è servita a Francesca per capire le potenzialità dei cittadini. In “La spesa a pizzo zero”, il libro che ha scritto per Altreconomia, prova a spiegare perché il consumo consapevole è diventato uno strumento per combattere la Mafia.
Le storie raccolte dalla professoressa raccontano l’Italia scomparsa dall’attualità. Questa parte della nazione, nel libro, è rappresentata da Serena Bonura, 30 anni, di Furci Siculo (Messina)…

MUSEO VIRTUALE DEL PARCO AGRICOLO SUD MILANO

Immagine
Contribuisci anche TU !parcosudmilano@obiettivamente.org


Il Parco Agricolo Sud Milano è sicuramente, tra i Parchi regionali che insistono sul territorio della nostra provincia, quello che da più tempo assorbe le maggiori energie dell'istituzione provinciale.

Il motivo di ciò non risiede solamente nel fatto che la Provincia risulta essere, secondo la l.r. n. 24/90, l'Ente Gestore del Parco stesso ma nella complessità e vastità di un progetto che interessa più della metà del territorio provinciale e sessantuno Comuni.

Un Parco che intreccia, in un'esperienza forse unica a livello europeo, motivi di salvaguardia e tutela del territorio con la difesa di una funzione economica come quella agricola che ha segnato la storia dello sviluppo economico di quest'area; un Parco che deve tenere conto di una domanda sociale sempre più ampia o alla ricerca di spazi aperti, fruibili e ricchi di significativi valori culturali, il tutto in un contesto di area metropolitana tra le più svilup…

ONU, bisogna proteggere anche i produttori per garantire il diritto al cibo

Immagine
Il Relatore speciale sul diritto all’alimentazione, Oliver De Schutter (nominato a marzo 2008 dal Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite), indica l’esigenza di controllare lo strapotere di intermediari e grande distribuzione per garantire i diritti dei popoli al cibo e a condizioni di vita adeguate. Nel recente rapporto Addressing concentrations in food supply chains [The Role of Competition Law in Tackling the Abuse of Buyer Power], De Schutter affronta a viso scoperto il tema delle pratiche commerciali inique che i grandi intermediari e distributori spesso mettono in atto a danno sia della produzione agricola primaria, sia della trasformazione alimentare. Lo squilibrio tra i poteri negoziali dei pochi colossi che comprano e quelli di decine di migliaia di piccoli produttori è un problema ben noto, che il Parlamento europeo ha infatti già segnalato. E sta dilagando a macchia d’olio, al punto che anche nei Paesi emergenti a forte connotazione rurale, come il Brasile e l’Argen…